Guarda l'edizione precedente
RIVIVI LE EDIZIONI PASSATE
21°
FESTIVAL
INTERNAZIONALE
CINEMA DI
FRONTIERA
14-19 SETTEMBRE 2021
Ci sono posti disponibili per Venerdì, Sabato e Domenica, che si possono prenotare direttamente a Marzamemi in piazza Regina Margherita all'INFO POINT aperto dalle ore 18:00.
SCARICA IL PROGRAMMA SCARICA IL PROGRAMMA SCARICA IL BANDO SCARICA IL BANDO DOWNLOAD NOTICE DOWNLOAD NOTICE
News dal festival
Mostra altre news
Corti, Lunghi e Documentari provenienti da tutto il mondo
6
giorni di
proiezioni
4
in contemporanea
40
film tra corti, lunghi
e documentari
6
eventi speciali
2
concorsi
35
ospiti
15
incontri con autori
5
corti focus Iran
SCARICA IL CATALOGO
La sala a cielo aperto più grande e più a sud d'Europa
Il Festival Internazionale del Cinema di Frontiera, che quest’anno festeggia la ventunesima edizione, è ormai un appuntamento irrinunciabile in uno dei periodi più belli dell’anno, settembre, dove i profumi estivi lasciano spazio alla pace ed alla tranquillità del borgo. In coincidenza del festival del Cinema di Frontiera, considerato uno degli eventi principali siciliani, la piazza Regina Margherita di Marzamemi diventa la sala cinematografica all'aperto più grande e più a Sud d’Europa. In un clima di simpatia e di amicizia gli attori e i cineasti vengono a presentare i film e incontrano il pubblico locale e di passaggio dando vita a una grande festa del cinema. Il Festival presenta un cinema indipendente, interculturale, attento ai temi delle frontiere (geografiche, artistiche e culturali) ed al confronto tra i popoli e le culture. Ma come sottolinea il regista NELLO CORREALE, ideatore e direttore artistico del festival «…un Cinema di Frontiera, inteso non come cinema di periferia o marginale, cascame di un cinema dominante, bensì un cinema che si interroga, che guarda all’altro da sé, aperto al nuovo. Cinema di frontiera inteso nel suo valore simbolico, oltre che geografico nell’accezione più ampia del termine. Frontiera non come limite, confine, ma finestra sull’universo, sugli universi circostanti e opposti. Cinema interculturale che cerca più i caratteri congiungenti tra i popoli che quelli divisori. È questo il Cinema di Frontiera… ».
La manifestazione è organizzata dall’Associazione Turistica Pro Loco Marzamemi, Tipota Movie Company e sostenuta da molti privati che svolgono impresa ed hanno attività nel territorio.

L’obiettivo è quello di promuovere la cultura cinematografica e audiovisiva in quella parte di territorio della Sicilia Sud-orientale ma anche incentivare un turismo di qualità, coltivando spettatori provenienti da ogni parte, che ogni anno puntualmente scelgono il periodo delle vacanze in coincidenza con i giorni in cui si svolge il festival.

Il programma 2021 della manifestazione contiene il concorso internazionale di lungometraggi, concorso internazionale di cortometraggi, incontro con gli autori, la rassegna di documentari e fuori formato Lampi sul Mediterraneo e l’Omaggio all’Autore.
Staff 2021
Ideatore e Direttore artistico:
Nello Correale
Coordinamento Organizzativo, Gestione Eventi e Responsabile Amministrativo
Nino Campisi – Presidente Associazione Turistica Pro Loco Marzamemi
Ufficio Stampa ufficiostampa@cinefrontiera.it ufficiostampa@prolocomarzamemi.it
Paola Altomonte
Sebastiano Diamante
Francesca Gennuso
Salvo Sorbello (Pro Loco e Istituzioni)
Accoglienza e Ospitalità
Paola Altomonte
Francesca Campis
ConCorto, Concorso Cortometraggi
Selezione della Filmoteca Laboratorio 451 a cura di Andrea Di Falco in collaborazione con Chiara Pitti, Elisa Ragusa, Francesco Savarino
Coordinatore Programmazione
Andrea Traina
Coordinatore Programmazione e Web, Ospiti internazionali, Coordinatore Stagisti
Marco Testini
Gestione Pellicole, Editing dei Filmati, Sala Politeama
Alfio Vecchio
Conduzione (Palco Centrale)
Gisella Calì con Marianna Castagna, Elisa Di Dio, Denise Spicuglia
Responsabile Eventi “Sebastiano Gesù”
Rosa Parisi
Coordinatore Realizzazione Filmati e Streaming
Jacopo Genuardo
Responsabile Studenti e Stagisti Premio Giuria Giovane
Sebastiano Minardi
Incontri ed Eventi AIF
Umberto Iacono
Foto
Valentino Cilmi e Sebastiano Campisi