Top

Il festival

Il proiettore e la vecchia chiesa sullo sfondo

Il proiettore e la vecchia chiesa sullo sfondo

Sebastiano Gesù e Nello Correale

Sebastiano Gesù e Nello Correale

Il Festival Internazionale del Cinema di Frontiera, che quest’anno festeggia la sedicesima edizione, è ormai un appuntamento irrinunciabile, e fa da apripista al periodo clou dell’affluenza turistica a Marzamemi.

Ogni anno a fine luglio, in coincidenza del festival del Cinema di Frontiera, considerato oramai uno degli eventi principali dell’estate siciliana, piazza Regina Margherita a Marzamemi diventa la sala cinematografica più a Sud e più grande d’Europa.

In un clima di simpatia e di amicizia, creato dall’organizzazione, con i volti di attori e cineasti, noti e meno noti, che si aggirano nei dintorni del festival,  si dà vita a una grande festa del cinema.

Ma i film del Festival non sono film di intrattenimento o di evasione. Ma come sottolinea il regista NELLO CORREALE, ideatore e direttore artistico del festival si tratta di: «…un Cinema di Frontiera inteso non come cinema di periferia o marginale, cascame di un cinema dominante, centripeto; bensì un cinema che si interroga, che guarda all’altro da sé, aperto al nuovo. Un cinema che sia punta avanzata verso l’esterno, avamposto e non retroguardia. Cinema di frontiera inteso nel suo valore simbolico, oltre che geografico nell’accezione più ampia del termine. Frontiere territoriali, culturali, ma anche dell’anima e dei linguaggi; punto d’incontro tra passato, presente e futuro.

Frontiera non come limite, confine, ma finestra sull’universo, sugli universi circostanti e opposti. Cinema interculturale che cerca più i caratteri congiungenti tra i popoli che quelli divisori.

E’ questo il Cinema di Frontiera… ».

Il Festival internazionale del Cinema di Frontiera torna quest’anno a Marzamemi: dal 25 al 31 luglio p.v.

La tredicesima edizione della kermesse cinematografica utilizza  ancora una volta la scenografia naturale del centro storico del borgo marinaro pachinese, con la Piazza,  la tonnara e il cortile di Villadorata, accendendo tre schermi cinematografici.

La nuova macchina organizzativa è ufficialmente partita e a guidarla c’è sempre il regista NELLO CORREALE, ideatore e direttore artistico, che ha ancora una volta al suo fianco il critico cinematografico SEBASTIANO GESÙ.

Quest’anno a prendere le redini dell’organizzazione sono alcuni commercianti e cittadini di Marzamemi e di Pachino, che fanno parte  del Consorzio Centro commerciale Naturale Marzamemi ed del Cinercircolo Festival internazionale del Cinema di Frontiera. A loro sostegno una nutrita schiera di locali operatori commerciali e del comparto enogastronomico ed ortofrutticolo.

Enti sostenitori e patrocinanti: Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MiBAC), Direzione Generale per il Cinema; Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica (DPS); Regione Siciliana – Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo; Sensi Contemporanei; Sicilia Film Commission; Comune di Pachino; Unesco; Università degli studi di Catania; Università degli studi Kore di Enna.

Sponsor del festival: Banca di credito cooperativo di Pachino.